SOLSTIZIO D’INVERNO

Nonostante tutto quello che la nostra cultura fa per distaccarsi dall’imprevidibilita’ della natura, siamo ancora completamente dipendenti dal suo flusso, dalle maree, degli oceani, le correnti del tempo e la sua fertilita’. Sia chi vive in una citta’ che chi nel mezzo dei boschi.

In questo periodo dell’anno le giornate del’Autunno si sono accorciate e il buio si e’ allungato. Ora arriviamo al’Inverno e i mesi piu’ freddi del anno. �Dal Solstizio d’Inverno pian, pianino arriva piu’ luce e questo ci encoraggia per i prossimi mesi. �Mentre la luce cresce lentamente noi nel buio possiamo cercare una sorta di introspezione. Un momento di riflessione necessario, un tipo di riposo sacro alla stanchezza.�

ll buio e l’introspezione ci condurrà di nuovo alla luce e in seguito a trasformarci.
A questo punto nel anno ci viene chiesto di fare un passo nel buio, nel vuoto, nel silenzio.
Nell buio il cervello è affamato di informazioni sensoriali quindi dobbiamo trovare modi per farlo stare calmo e rilassato per poter trovare l’ispirazione nel silenzio e nell’oscurità.

Siamo stati insegnati di credere che fare più è meglio che fare meno, che essere più attivo è meglio che essere meno attivo e che più movimento è meglio di meno movimento.

Nella pratica di 5Ritmi a volte puo’ sembrare che non sta accadendo niente, un momento di poco movimento, una musica lenta e delicata. Invece in questi momenti si trova un profondo senso di pace e riposo, momenti di grande intuizione. Momenti molto importanti invece.

Se facciamo pace con il buio possiamo raggiungere la luce.
Si dice che la luce nasce dal buio.

Ogni giorno trascorriamo del tempo nella luce della coscienza e poi ci rilassiamo e affondiamo nel buio della notte e dormiamo nel suo potere curativo.

Il buio ha tanto potere curativo quanto la luce. Il buio offre la guarigione di lasciarsi andare, del mistero nel non sapere, di essere liberato dalla costante attenzione della mente. Dimentichiamo che dobbiamo concederci periodi di tempo in cui ci fermiamo consapevolmente. A volte va bene lasciare come stanno le cose e non reagire. Possiamo essere creativi solo quando ci concediamo del tempo di rilassamento dopo il completamento di un progetto. Questo è quello che offre l’Inverno e i suoi orari con tante ore di buio. L’Inverno segue il periodi delle raccolte. Permettendoci di fermarci, rilassarci, lasciarti andare e confidare che l’universo sia un buon posto dove stare. Entrare semplicemente nell buio concedendoci il lusso di fermare la nostra lotta – aprendoci invece all’esperienza e al piacere di essere semplicemente vivi.

Leave a reply